Olio Extra Vergine di Oliva

Che tipi di olio EVO produciamo?

OLIO EVO MONOVARIETALE LECCINO

Olio delicato capace di valorizzare il gusto delle carni bianche e del pesce.
Con i suo medio contenuto di polifenoli ha un gusto poco amaro e piccante. Le sue caratteristiche nutrizionali lo rendono ideale per le donne in gravidanza e per i bambini.
Il processo di molitura avviene ESCLUSIVAMENTE a FREDDO per preservare il sapore fruttato.

OLIO EVO MONOVARIETALE DRITTA

Olio naturalmente NUTRACEUTICO per il suo alto contenuto di polifenoli(antiossidanti naturali) utili nella prevenzione dell’ossidazione delle lipoproteine, all’eliminazione dei radicali liberi a livello cardiovascolare e all’arresto della crescita tumorale.
Ha un gusto marcato che lo rendono perfetto per condire i contorni.
Il processo di molitura avviene ESCLUSIVAMENTE a FREDDO per preservare il sapore fruttato e garantire il maggior livello di POLIFENOLI.

Domande & Risposte

Cos’è un olio extravergine monovarietale (o olio monocultivar)?

Un olio extravergine monovarietale (o olio monocultivar) è un olio fatto con olive di un’unica varietà (cultivar).

Però, giustamente, potresti chiederti: “ma le piante di ulivo e le olive da loro prodotte non sono tutte uguali?”

Com’è facilmente intuibile la risposta è no. Le olive non sono tutte uguali. In Italia ci sono 395 diverse varietà di olive iscritte ufficialmente nello Schedario Oleicolo Italiano, moltissime di queste varietà sono autoctone (cioè non importate) e molto radicate nel territorio di origine. Ogni varietà è diversa dall’altra: alcune varietà hanno una maturazione precoce, altre tardiva; alcune varietà sono resistenti alle avversità, altre sono sensibili. E così gli oli prodotti da varietà diverse hanno caratteristiche diverse, sia dal punto di vista chimico che da quello organolettico: alcuni sono ricchi in polifenoli e hanno profumi e sapori intensi, altri sono leggeri e delicati; in alcuni prevale il piccante, in altri spicca il profumo di frutto fresco, di erba, carciofo, pomodoro…

Un olio monovarietale è di solito un olio dalla forte personalità, molto tipico, molto rappresentativo del territorio in cui è prodotto e molto raro. Solo una piccolissima percentuale degli oli prodotti in Italia è monovarietale, di norma l’olio viene fatto con più varietà di olive lavorate insieme.

Dove vengono prodotti questi oli?

Tenuta Irené si estende tra il territorio del comune di Loreto Aprutino e del comune di Pianella, nella zona pedemontana vestina abruzzese, quindi all’interno del comprensorio DOP Abruzzo “Aprutino Pescarese”, una regione con una forte vocazione alla coltivazione dell’olivo di fama internazionale.

Sui Terreni di Tenuta Irené sono presenti più di 1000 uliveti secolari con oltre 250 anni di vita.

Produciamo 2 tipologie di olio EVO (Extra Vergine D’Oliva) con la peculiarità di essere entrambi MONOVARIETALI questo perché vogliamo preservare ed esaltare le caratteristiche della singola varietà.

Per garantire la massima qualità, le olive vengono molite entro 24 ore dalla raccolta, l’olio evo viene conservato in botti di acciaio inox  e imbottigliato al momento della consegna/spedizione per garantire la freschezza del prodotto. Inoltre, per produrre costantemente un olio che possa sempre essere classificato extravergine, ci assicuriamo che il frantoio in cui le olive vengono lavorate utilizzi le più moderne tecnologie e le tecniche più avanzate, al fine di ottenere un olio extravergine d’oliva di assoluto pregio.

Pertanto, per garantire la qualità, i nostri oli extravergini Monocultivar derivano esclusivamente dalle olive coltivate nei terreni di nostra esclusiva proprietà, quindi situati nel cuore dell’area Aprutino-Pescarese, perché vogliamo produrre un olio extravergine d’oliva che risulti essere sempre di alta qualità.

Cosa significa nutraceutico?

La parola Nutraceutica è stata coniata da Stephen De Felice nel 1989 per indicare la nuova scienza che studia la nutrizione, basata sullo studio e sviluppo di opportune forme farmaceutiche.

Perché tutto questo interesse?

Nel corso degli ultimi trent’anni abbiamo assistito a un approccio differente verso la salute, in cui l’attenzione è stata posta più sulle cure naturali che su quelle esclusivamente chimiche e medicinali.

Un alimento classificato come nutraceutico ha gli stessi effetti di un medicinale in quanto contiene sostanze aventi caratteristiche preventive, riequilibrative, terapeutiche e protettive con dei livelli superiori rispetto al normale.

Ma quali sono questi livelli?

Il REGOLAMENTO (UE) N. 432/2012 DELLA COMMISSIONE del 16 maggio 2012 specifica quali possono essere gli alimenti nutraceutici e quali sono i parametri che deve superare ogni singolo alimento per essere considerato nutraceutico.

Nello specifico un olio d’oliva che RIENTRA NEI PARAMETRI DELLA NORMATIVA EUROPEA è considerato come medicinale che previene la formazione di sostanze cancerogene nel corpo e non solo.

L’olio di oliva può essere classificato come nutraceutico solo se contiene almeno 5 mg di idrossitirosolo e suoi derivati (ad esempio complesso oleuropeina e tirosolo) per 20 g di olio d’oliva “ (20 g è anche la dose giornaliera raccomandata per ottenere benefici).

Quali benefici dà l'assunzione regolare dell'olio evo?

Quante volte e con quali combinazione ti capita di mangiare l’olio ogni giorno?

L’olio è uno dei condimenti più utilizzati nella cucina Italiana. Lo troviamo in moltissimi piatti che ogni giorno ci capita di preparare o di mangiare in un ristorante o a casa di amici. Di recente, mi hanno posto questa domanda:

Quali Benefici Genera L’assunzione Costante Dell’Olio Evo?

La prima cosa che ho pensato è stata: Quante volte mi capita di mangiare prodotti, per il semplice gusto di farlo, di cui non conosco alcun beneficio?

Dopo aver risposto alla domanda, ho pensato di creare una lista di quelli che sono i 5 principali benefici dell’olio Evo.

Esistono decine e decine di benefici che l’olio Evo ha sul nostro corpo e sul nostro organismo e nell’email di oggi, ho selezionato quelli che sono i 5 benefici più importati e significativi:

1)Previene il Diabete:
L’assunzione costante, minimo 10 gr al giorno, aiuta ad abbassare il livello degli zuccheri nel sangue, questo perché genera un aumento significativo delle INCRETINE, ormoni naturali prodotti a livello gastrointestinale.
Inoltre, attenua il picco glicemico dopo i pasti.

2) Riduce il Colesterolo:
Secondo un recente sondaggio, oltre il 40% della popolazione italiana non sa di avere il colesterolo.
L’assunzione costante di Olio Evo favorisce L’aumento di Colesterolo HDL, ovvero del cosiddetto Colesterolo Buono. Tutto questo è possibile perché L’olio è un alimento ricco di Acido Oleico.L’aumento del colesterolo è dovuto proprio dalla mancanza di acido Oleico.

3) Aiuta la digestione e stitichezza:
Questo argomento è prettamente collegato a quello di sopra. L’elevata percentuale di acido Oleico contenuto nell’olio, oltre a favorire una riduzione del colesterolo, aiuta anche la digestione apportando dei benefici importanti al nostro intestino. E’ importante sapere anche che l’olio EVO possiede la percentuale più alta di Acido Oleico, ecco alcuni esempi:

Olio extravergine di oliva: 65-80%
Olio di mandorla: 65-70%
Olio di arachide: 35-72%
Olio di girasole: 14-65%
Olio di palma: 33-35%
Olio di mais: 19-50%
Olio di soia: 19-30%
Olio di colza: 10-32%
Olio di vinaccioli: 15-20%

Avere il metabolismo che funziona alla grande ci permette di prevenire anche sgradevoli lotte con la stitichezza.

4) Previene la formazione di sostanze cancerogene:
Degli studi recenti hanno messo in evidenza come le persone che consumano regolarmente dell’olio extravergine d’oliva hanno meno probabilità di sviluppare il cancro, questo per via del fatto che contiene acido oleico, antiossidanti, flavonoidi, polifenoli e squalene.

5) Un amico importante per il nostro cervello
L’olio d’oliva contribuisce a ritardare il deterioramento mentale e dunque a tenere alla larga malattie neurologiche come l’Alzheimer.

Un’ultima cosa:
Solitamente quale olio utilizzi per la frittura?

In pochi sanno che l’olio Evo è l’olio più indicato per friggere, sempre in riferimento al fatto dell’alta percentuale di Acido oleico contenuto.

Naturalmente con la cottura si distruggono i polifenoli e si perdono la maggior parte delle proprietà benefiche dell’olio evo, ecco perché è sempre consigliato l’utilizzo a crudo.

lmente idraulico.

Quando raccogliamo le olive?

Fare la scelta giusta è difficile…

Quando si prudoce l’olio extravergine si deve fase una scelta difficile: quando iniziare la raccolta delle olive?

Scegliere il giusto grado di maturazione delle olive è il segreto per ottenere un olio dalle caratteristiche uniche e distintive.

Le olive attraversano diverse fasi prima di arrivare alla completa manutenzione.

L’oliva a sinistra è un oliva completamente verde, che produce un olio dal colore verde con un sapore e un profumo intenso, ma la quantità di olio che si estrae è ridotta rispetto all’oliva nera sulla destra.

L’oliva completamente matura (quella nera) produce un olio dalle caratteristiche meno intense, dall’acidità più alta e dal colore giallo, ma la quantità di olio estratto è quasi il doppio rispetto alle olive completamente verdi.

Quindi, per produrre un olio extravergine verde, con un basso grado di acidità e gusto intenso, bisogna molire olive principalmente verdi.

Questo rende il procedimento di raccolta più complicato perché le olive raggiungono la maturazione in tempi diversi, tempi che variano in base alla tipologia e in base alla potatura effettuata.

Di solito si comincia con gli uliveti della varietà leccino, si passa agli uliveti potati l’anno prima della varietà dritta e infine si conclude con gli uliveti non potati della varietà dritta.

Il nostro olio extravergine di oliva NON viene filtra, ma attendiamo la naturale decantazione delle particelle solide che restano dopo la molitura.